Seleziona una pagina

esperienza e competenza al servizio delle piccole, medie e grandi aziende fino alle multinazionali

Piano scavi

Piani di utilizzo

Campionamenti DPR 120/2017

Terre e rocce da scavo

Si forniscono attività di consulenza, supporto tecnico e campionamento delle terre e rocce da scavo secondo il DPR 120/17.
L’art. 2, comma 1, lettera c) del Dpr 13 giugno 2017 definisce come “terre e rocce da scavo” il suolo escavato derivante da attività finalizzate alla realizzazione di un’opera, tra le quali:

  • scavi in genere (sbancamento, fondazioni, trincee);
  • perforazione, trivellazione, palificazione, consolidamento;
  • opere infrastrutturali (gallerie, strade);
  • rimozione e livellamento di opere in terra. Le terre e rocce da scavo possono contenere anche i seguenti materiali: calcestruzzo, bentonite, polivinilcloruro (PVC), vetroresina, miscele cementizie e additivi per scavo meccanizzato, purché le terre e rocce contenenti tali materiali non presentino concentrazioni di inquinanti superiori ai limiti di cui alle colonne A e B, Tabella 1, Allegato 5, al Titolo V, della parte IV, del d.lgs. 152/06 per la specifica destinazione d’uso.

Risulta opportuno ricordare che, ai sensi dell’art. 3 del Dpr, sono esplicitamente esclusi dall’ambito di applicazione i rifiuti provenienti direttamente dall’esecuzione di interventi di demolizione di edifici o di altri manufatti preesistenti, che devono essere gestiti come rifiuti.

Bonifica territorio
ricerca per bonifica
ricerca e caratterizzzione

“Dimenticare come scavare la terra e prendersi cura del suolo è dimenticare noi stessi.”

(Mahatma Gandhi)