Seleziona una pagina

esperienza e competenza al servizio delle piccole, medie e grandi aziende fino alle multinazionali

Grafica strappo

Sismica a rifrazione, a riflessione, georadar, Masw, ReMi, Carotaggi sonici, Tromino, Down-Hole,
Cross-Hole, Tomografie soniche e ultrasoniche

Calcolo VS30,
studi di risposta sismica,
locale e microzonazione sismica

Indagine georadar
per ricerca sottoservizi

Geofisica

SOLUZIONI AMBIENTALI è in grado di offrire monitoraggi ambientali e indagini geofisiche del suolo e delle strutture per scopi ingegneristici, geotecnici e progettuali.

In funzione del target da ricercare, i nostri tecnici vi consiglieranno la migliore tecnologia geofisica non distruttiva per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Di seguito un elenco delle principali applicazioni:

  • Determinazione della profondità della falda/presenza di fluidi nel sottosuolo
  • Determinazione della presenza di vuoti/cavità nel sottosuolo
  • Caratterizzazione di un terreno/ammasso roccioso e profondità del substrato roccioso
  • Determinazione delle Vs30
  • Mappatura sottoservizi, archeologia, rilievi anomalie nel sottosuolo
Monitoraggi ambientali, rilievi e indagini geofisiche del suolo 1
Monitoraggi ambientali, rilievi e indagini geofisiche del suolo 2
Monitoraggi ambientali, rilievi e indagini geofisiche del suolo 3
Monitoraggi ambientali, rilievi e indagini geofisiche del suolo 4
Monitoraggi ambientali, rilievi e indagini geofisiche del suolo 5
Monitoraggi ambientali, rilievi e indagini geofisiche del suolo 6

Ing. Alberto Bonaldi

Ingegnere Ambientale

  • Tecnico Competente in Acustica Ambientale
  • Laurea in Ingegneria Civile Ambientale
Dott.ssa Muriel Consonni - Responsabile tecnico albo gestori ambientali

FAQ

Le domande frequenti sulla Geofisica

Cosa sono le indagini geofisiche del suolo?

Le indagini geofisiche del suolo sono delle indagini indirette (non distruttive) che servono a misurare le variazioni fisiche dei terreni (acqua di falda, cavità nel sottosuolo, ammassi rocciosi, anomalie, ecc.), le quali servono a loro volta per elaborare modelli geologici del sottosuolo.

Qual è la differenza tra sismica a rifrazione e sismica a riflessione?

La sismica a rifrazione viene utilizzata principalmente per indagare strutture che si trovano a basse profondità, mentre la sismica a riflessione viene utilizzata per strutture a profondità maggiori.
Sono entrambi metodi attivi, ma non invasivi che consentono di interpretare il sottosuolo.
Vengono utilizzati degli appositi strumenti posti sulla superficie del sito sede di indagine geofisica: la sorgente dell’onda e i ricevitori posti a diverse distanze tra loro.
In base alle caratteristiche fisiche del suolo quali la rigidità, la densità e l’elasticità, le onde generate dalla sorgente in superficie sono deviate o riflesse per poi essere registrate dai sensori (geofoni).

Cosa si intende per mappatura di sottoservizi e anomalie nel sottosuolo?

Tramite apposite tecnologie georadar è possibile individuare con precisione la posizione di eventuali sottoservizi e anomalie quali tubature, condotte/reti, serbatoi, vuoti/cavità, ordigni bellici o altro, presenti nel sottosuolo.
Una volta individuate le posizioni esatte e le profondità è possibile andare a mappare esattamente la disposizione di ogni sottoservizio a scopo ingegneristico, geotecnico e ambientale.

“Quando uomini e montagne si incontrano, grandi cose accadono.”

(William Blake)